Legge 462/01- Verifica di messa a terra - Studio tecnico Ing Giuseppe Morabito

Vai ai contenuti

Menu principale:

Legge 462/01- Verifica di messa a terra

Lo studio tecnico effettua verifiche degli impianti di messa a terra in base a quanto richiesto dal Il DPR 462 del 22 ottobre 2001 che  contiene il regolamento di semplificazione del procedimento per la denuncia di installazioni e dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche, di dispositivi di messa a terra di impianti elettrici e di impianti elettrici pericolosi

Periodo di verifica :

Gli impianti di messa a terra e i dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche devono essere verificati (verifiche di legge) ogni:

-  2 anni negli ospedali, case di cura, ambulatori e studi medici, nei cantieri e nei luoghi a maggior rischio in caso d'incendio (ad es. attività soggette al Certificato di Prevenzione Incendi);
-  5 anni negli altri casi.

Gli impianti elettrici nei luoghi con pericolo di esplosione devono essere verificati (verifiche di legge) ogni due anni.
Chi effettua i controlli :

L'autorità di pubblica vigilanza (Ispesl, Nas, Ispettorato del lavoro, ecc.),  effettua i controlli  e il datore di lavoro è tenuto ad  esibire il verbale della verifica di legge o la lettera di richiesta della verifica periodica.

Le sanzioni 

Le sanzioni previste nel caso di mancata ottemperanza agli obblighi previsti dal DPR 462/01 sono:

Sanzione amministrativa pecuniaria da € 750,00 a € 2500,00 ai sensi dell'art. 87 comma 3 del D.Lgs. 81/08 e s.m.i..
Arresto da due a sei mesi o ammenda da €. 1.000,00 a € 10.000,00, ai sensi dell'art. 87 commi 1 e 2 del D.Lgs. 81/08 e s.m.i..


In ogni caso tali sanzioni, essendo di carattere penale, si applicano a tutte le persone dell’azienda penalmente responsabili (per es. tutti i soci delle s.n.c., tutti i soci accomandatari delle s.a.s. e l’amministratore delle s.r.l.)
Come mettersi in regola - La richiesta di verifica 

La richiesta di verifica va effettuata compilando i campi seguenti  , indicando l'ubicazione dell'impianto, il tipo di impianto e il tipo di immobile interessato. 
La certificazione viene rilasciata, se la verifica fornisce esito positivo,direttamente in loco.










 
Torna ai contenuti | Torna al menu